Addio a Eusebio, il primo portoghese a vincere il Pallone d’Oro

Eusebio con il Benfica

Se ne va un altro pezzo di calcio, un altro pezzo della storia del calcio. Ci ha lasciati Eusebio, il primo portoghese ma soprattutto il primo “nero” a vincere il Pallone d’Oro, nel 1965. Di lui avevamo già parlato (vedi Leggende del calcio: Eusébio), oggi lo ricordiamo per la sua scomparsa, infatti la “Pantera Nera” è deceduta stanotte a 71 anni, dopo molto tempo in cui era malato. Nato in Mozambico, Africa, a Lorenço Marques, oggi Maputo la capitale del Mozambico, si trasferì in Portogallo nel 1960 sostenendo un provino con il Benfica. Fu accolto con molto scetticismo ma ebbe il modo di far cambiare idea a tutto il Portogallo, segnando 473 gol in 15 stagioni riuscendo anche a raggiungere le 50 marcature in 35 nella stagione 1967-68. Eusebio con il Portogallo vinse un bronzo ai Mondiali di calcio del ’66, con la nazionale lusitana siglò 41 reti in 64 partite. Chiuse la carriera con un palmarés invidiabile che lo vide vincere per 11 volte il Campionato Portoghese, 5 Coppe di Portogallo, un Campionato NASL e la Coppa dei Campioni, l’ultima dopo la maledizione che ha accompagnato il Benfica negli ultimi anni. Inoltre vinse il Pallone d’Oro nel ’65 e due Scarpe d’Oro.

RIP

Eusebio con il Benfica
Eusebio con il Benfica

 

Be the first to comment

Leave a Reply